Artisti

CentoPittori Genere Eventi Mostre Movimenti Recensioni

 


 
  Claudia Artuso
Share   Opere >>
 

 
 

 

Cenni biografici

Claudia Artuso, vive ed opera a Latina dove è nata il 3 Luglio.

Autodidatta, dipinge a spatola con colori ad olio ed acrilici, su tela, legno ed altri materiali.
Ama i colori intensi, vivi, in tutte le loro sfumature perchè rappresentano la vita che ci circonda, la trasmissione e la percezione delle emozioni più nascoste. Presenta un modo digiocare con se stessa attraverso i propri colori, realizzando forme astratte, lasciate alla liberainterpretazione di chi desidererà farlo.

“Nell'infinita tristezza e nella corsa verso l'insoddisfazione in cui si tende a vivere oggi, scelgo di vedere solo la bellezza, attraverso un'arte che mi porta verso orizzonti infiniti”.
Claudia Artuso


Cenni Critici

Un’arte tendenzialmente astratta è nelle corde di Claudia Artuso, artista poliedrica che, pur dando riferimenti alle sue composizioni, vive di espressionismi cromatici che di per se realizzano l’obiettivo artistico. Fluorescenze, accostamenti tonali, ricerca di punti luce, sono caratteristiche fondamentali di un eccelso ordine compositivo, che fa del progetto un solido fondamento all’esecuzione

Nell’arte di Claudia Artuso nulla è affidato al caso, tutto rientra in un ordine prestabilito che vive di efficaci armonie, in espressioni cromatiche in cui risaltano effetti prospettici e ricerca di tridimensionalità.

Prof. Claudio Lepri - Critico d’arte


Arte cromaticamente affascinante. La caratteristica della potenza, per certi aspetti della sapienza cromatica nelle opere dell’Autore spicca originalmente, in intelligenza di assortimento e tinte. Validi i riferimenti di tematica, intelligenti ed eleganti le scelte compositive.

Nota del Critico d’arte Alfredo Maria Barbagallo - Concorso artistico "Amor per Roma"


L’arte di Claudia Artuso muove da quella liberazione, da quel bisogno di condividere, di comunicare ciò che le parole priverebbero di spessore. Parole che divengono gesti, movimenti irrazionali, mai uguali, mai studiati, parole che conferiscono forma eterna e durevole a ricordi, a sensazioni, assorbiti dalla percezione e restituiti alla materia.

Una materia piena e pulsante, animosa e animata, vivida, movimentata come in continuo movimento sono i pensieri e le vibrazioni che si affacciano all’inconscio nell’istante creativo.

Le opere di Claudia sono tasselli refrattari ad un veloce sguardo d’insieme, un mosaico di espressioni da sfogliare con gli occhi, sono impronte di colore di ampio respiro che si rincorrono, si fondono in una libera danza frenetica, prive di contorni e di supremazie timbriche. Sono sorrisi e lacrime aperti dall’aria come ventagli e riempiti di brillantezza, sono istanti vestiti di luce.

Dott.ssa Fancesca Piovan - Critico d’arte


MOSTRE PERSONALI E COLLETTIVE

2017
XIV Edizione Premio Openart 2017 Biblioteca Angelica Roma

2016
7^ Biennale d'arte internazionale Montecarlo
Fiera Affordable art fair Seoul 2016
Personale Hotel “Le Dune” Sabaudia (LT)
Fiera Premio Nazionale Castiglioncello (LI)
Ospite “Cento Pittori di Via Margutta” Roma
XIII^ Edizione Premio OpenArt 2016 Teatro dei Dioscuri al Quirinale Roma

2015
Collettiva - “Amici tra amici” - Calibiza Arte Nuova – Livorno
Collettiva - “Luci e colori di fine estate” - Studio d'Arte Sant'Agata - Roma
Collettiva - “Esposizione internazionale d'arte contemporanea 2015” Tornatora Art Gallery Roma
Personale - “Colore su ...le Dune” - Hotel Le Dune – Sabaudia (LT).
Personale - “Lo sguardo di Circe” - Pro Loco – Porta del Parco – San Felice Circeo (LT)
Collettiva - “Contestualmente 8” - Spazio Galleria Monogramma - Roma – Via Margutta
Concorso Artistico - “Amor per Roma” - IV^ Edizione, c/o Tornatora Art Gallery – Roma
Collettiva - “Nel cuore di Eva” - Trittico Art Museum – Roma
Collettiva - Mostra Concorso dell'acquarello e tecniche miste “Alessandro Mazzanti”, Sala degli Archi della Fortezza Nuova -Livorno
XII ° Edizione Premio OpenArt 2015, Teatro dei Dioscuri al Quirinale – Roma

2014
Collettiva - “Andar per arte” Trittico Art Museum - Roma
Personale - “Solo Colore” B. Gallery - Livorno
Personale - Piazza del Comune Pontinia (LT)
Personale - “Orizzonti Infiniti” Forte Sangallo - Nettuno (RM) Patrocinio Comune di Latina e Nettuno
Personale - “Arte e Gusto” - Controcorrente - Latina

2013
Personale - “Arte e gusto” - Roma
Personale - Palazzo Comunale – Latina

2012
Personale - “The Soul of Colour” - Roma
Personale - “Arte e Moda” Oltre - Latina
Personale - “Osa e non pensare” Centro di Arte e Cultura - Sermoneta (LT)


Rassegna Stampa - Recensioni

Claudia Artuso ormai da tempo persegue l’impegno della ricerca e quindi sperimenta una sua congenialità creativa tutta particolare, non legata ad alcun filone scontato.

Nell’estrinsecarsi si addentra in un mondo dell’espressione legato ad una concettualità e realtà suggestionale. Nel suo percorso osserva, intuisce e spazia le strutture dei suoi lavori, collegando il reale all’immaginario. La sua sintesi è da ricercare nell’enigmatico mondo percettivo di sua appartenenza – un mondo che viene affidato da lei alla luce – due elementi che risultano essere i protagonisti a tutto campo del suo operare.

Sovente l’irreale equilibrio della sua impostazione pittorica, si compenetra senza esitazioni, nella concettualità del reale. Il ruolo del colore per lei è di prima battuta e riveste una funzione fondamentale nell’insiemistica, nella quale linee e masse, generano lo sviluppo del suo spiccato linguaggio a livello sublimale.

L’Artuso determina la propria dinamica espressiva, configurando il prodotto di una dimensione eloquente, che la conduce ad elaborare emozioni tramite idee, concetti e sensazione di grande complessità intiutiva, sperimentando nel contempo una coerente e sistematica sintesi legata ad una potenzialità tecnologica, attraverso la quale vede la Artuso, la protagonista di una indagine visiva che evidenzia il rapporto tra l’oggetto e lo spazio di una azione creativa risolutiva.

I suoi lavori vivono trasformazioni e nel contempo la forza della sua impronta, si concretizza con l’immediatezza, che il più delle volte conquista il senso percettivo dell’interpretazione e dl movimento, che viene cesellata mediante una ponderata capacitò di scomporre l’osservazione visiva essenziale, mentre la rigorosa elaborazione di contenuti, rende vigore tattile a forme e volumi con definizioni molto forti.

In poche parole l’artista è carica del gusto legato ad una tutta sua indicativa espressione.

L’Artuso realizzando i suoi lavori, usa senza difficoltà un linguaggio di spiccata concretezza stilistica e di acuta introspezione.

Franco Borretti

Critico d’Arte


Uscito su Lepini Magazine agosto 2012
Recensione di Cristina Villanova

I BATTITI DEL …COLORE DI CLAUDIA ARTUSO

I lavori dell’artista latinense sono legati ad un passionale “Astrattismo del cuore”
La particolarità della sua opera è il colore, generoso, corposo, vivo e lucente, la sua è una pittura ispirata alla gioia di vivere, all’ottimi- smo e alla solare empatia della sua personalità.

Nell’intima cornice medievale del Centro di Arte e Cultura di Sermoneta, domenica 3 giugno 2012 è stata inaugurata la mostra personale di Claudia Artuso, visitabile per l’intero mese di giugno ed ampiamente apprezzata da un pubblico entusiasta. Quest’artista pontina dipinge a spatola con colori ad olio ed acrilici su tela, legno ed altri materiali, richiamandosi alla corrente dell’Informale per il tratto materico della sua pittura e all’Astrattismo dai toni più vivaci e caldi. La particolarità che caratterizza la sua opera è il colore, generoso, corposo, vivo e lucente, la sua è una pittura ispirata alla gioia di vivere, all’ottimismo e alla solare empatia che contraddistingue la sua personalità. In questa sua prima mostra pittorica, “Osa e non pensare”, è stato possibile ammirare opere di diversa dimensione e dalle differenti variazioni di colore, dal più puro alle sfumature dai toni più delicati.

Vero elemento di novità di Claudia Artuso è stato la scelta di non titolare le sue opere perché in ognuna di esse è possibile scorgere, e quindi interpretare, una forma familiare, un pensiero perduto, un sogno inedito che appartiene unicamente all’osservatore in quel personale ed intimo momento condivisibile solo con se stesso. Questo è un “Astrattismo del cuore” legato alle correnti indomabili dei sentimenti, delle forti passioni, dello spirito impavido che affronta la realtà senza remore. L’osservazione di queste opere evoca paesaggi onirici costellati di fiori intensi e vibranti che rappresentano le molteplici e personali immagini che ogni visitatore può “assaporare con gli occhi” e rimanerne il più delle volte incantato. E’ pittura dinamica, vitale, lussureggiante caratterizzata da volte danzanti e tratti decisi tutti presenti alla movimentata “festa del cuore”, dove sono le emozioni ad essere le vere protagoniste.

Questo evento culturale e i molti altri che si susseguono, come negli anni passati, sono ben promossi grazie al costante impegno del Comune di Sermoneta da sempre attento a preservare e valorizzare le sue ricchezze storico-artistiche e le personalità del nostro variegato e magnifico territorio.

In conclusione se potessi definire, secondo il mio gusto e le sensazioni scaturite dalla visione di queste opere, direi che l’arte di Claudia Artuso si snoda intorno a tre parole chiave non a caso rimanti: Cuore, Amore e Colore.
   
   
 

E-Mail claudia.artuso@libero.it

Tel - 3476947003

www.claudiaartuso.it


Claudia Artuso

Latina


Copyright © 2003 - 2004 RomArt.it,  All rights reserved - email: info@romart.it

Web design: Tito Livio Mancusi & Egidio La Rosa