Artisti

CentoPittori Genere Eventi Mostre Movimenti Recensioni

 


 
  Caterina Spatafora
Share   Opere >>
 

 
 

 

Brevi cenni personali

CATERINA SPATAFORA è nata a MESSINA. Dopo aver vissuto a Roma, adesso vive ed opera a Milano.
L’artista, autodidatta, ha al suo attivo diverse estemporanee, allestite nella Provincia di Roma; ricordiamo la sua partecipazione ad una mostra collettiva al Teatro Euclide nell’omonima piazza della capitale.

Di recente, per la pittrice dello Stretto, è stata allestita una mostra personale al Museo Archeologico di Villa Genovesi nella provincia di Messina.
Attratta, in particolare dalla sua pittura informale, riguardo la produzione della pittrice ho scritto…
“La pittura è musica e la musica è anche poesia; la pittura racchiude stati d’animo, è poesia e musica insieme, espresse attraverso il linguaggio iconico e per mezzo di un funzionale bilanciamento ritmico-cromatico degli elementi costitutivi di ciascun’opera”.

In questa tridimensionale visione dell’arte si colloca la produzione di CATERINA SPATAFORA che sembra attingere alle vaste dinamiche delle partiture musicali delle più intime “sinfonie del cuore”. Essa sembra ispirarsi ai “pentagrammi musicali”dai ritmi dettati dal più sottile sentire, affondati, con le loro radici, nell’infinita gamma dei colori dell’anima, ricco caleidoscopio di variegati sentimenti che prendono corpo sulle tele (sfaccettature cromatiche del sentire) trasferite, imprigionate e suggellate per mezzo della materia (l’olio e l’acrilico) nello spazio canonico del quadro di forte energia vitale.

Ecco, dunque, dalle mani di artista, autodidatta, di CATERINA SPATAFORA, nascere opere informali, astratte; tele giocate su un ventaglio di possibili nuances cromatiche che, la passione o l’amore, l’affetto, l’amicizia o altri stati d’animo, suggeriscono all’autrice che compone in una gradevole armonia d’insieme.
In altre opere astratte, l’artista tenta di “inquadrare il mondo” attraverso la rappresentazione di figure geometriche che occupano la centralità della tela, evocano diaframmi di macchine fotografiche, assurgendo, la stessa forma geometrica, a dignità d’arte.
Inoltre, l’artista allarga i suoi confini sul genere figurativo che assume, quali elementi di rappresentazione simbolica, il cavallo, simbolo di libertà, la finestra o il balcone, anch’essi simbolici “tentativi di inquadrare il mondo” per carpirne i più intimi segreti…


NOTE CRITICHE

Caterina Spatafora struttura le sue composizioni all'insegna della spontaneità creativa, orientandosi in linea con l’informalismo" di tendenza astratta. La vivacità brillante e luminosa dei cromatismi infonde dinamismo, ritmo e rafforza l'impianto scenico nella sua orchestrazione globale. Per lei il colore è un fattore sostanziale imprescindibile della narrazione e le consente di combinare per accordi equilibrati e per gradazioni armoniose una vasta gamma di tonalità. L'arcobaleno colorato è fluttuante sulla superficie e definisce il tratto segnico e le forme, che prendono vita dentro una cornice avvolta da una dimensione atemporale. L'occhio dello spettatore viene attirato da subito e resta attratto dalle immagini nella loro proiezione plastica, interagendo con interesse e curiosità per carpire i significati sottesi e i contenuti insiti. La sua pittura contiene una delicatezza ricercata dal sapore antico, seppur rompendo con gli schemi tradizionalisti. Con la sua passionale vena ispiratrice cerca la "verità ideale' tramite il colore e si avvicina simbolicamente alla realtà per scoprire le sorgenti delle sensazioni percettive più recondite. È un'artista-poetessa del sentimento che concepisce il suo fare in chiave moderna e vuole rendere le opere ben fruibili a tutti, per innescare un dialogo libero e una comunicazione condivisa, diffondendo energia limpida e incontaminata.

Elena Gollini - Curatore d'arte e giornalista


C'è un momento in cui l'atmosfera rarefatta sembra piano piano addensarsi e mettersi in moto: i paesaggi hanno bisogno di esplodere, i colori di iniziare a narrare invadendo lo spazio della tela.
Ha inizio un flusso, va in ogni direzione, libero e rutilante.
Animate da una incessante e brulicante miriade di eventi e attraversamenti le tele di Caterina Spatafora ci appaiono ferventi e concitate, ma allo stesso modo avvolte da una cagionevole dolcezza.
Tutto è racconto. L'artista scava nella materia del pigmento: i colori si mescolano, le tinte dialogano e generano sorprese; continuamente lo sguardo segue le mutazioni a ritmo di musica, e si perde, rapito dalle sensazioni che evocano i magnifici colori, prepotenti e protagonisti assoluti. Non ne siamo schiacciati bensì affascinati, quasi - piacevolmente - storditi. Una sinfonia della quale non riusciamo chiaramente a distinguere i singoli strumenti ma non possiamo fare a meno di ascoltarla nella sua pienezza.
Avvolti dal calore dei rossi e cullati dall'immensità dei blu, godiamo a pieno delle creazioni della pittrice siciliana. Queste ci regalano una gamma di emozioni che lascia spazio alla riflessione che coesiste con il naturale abbandono al sentimento.
La bellezza di tali opere vive esattamente nello stimolo che esse donano, nel perpetuarsi di una sensazione che nella mente mescola ancora colori, che non cessano mai di reinventarsi, prolungando il gioco creativo e infinito cui l'artista ha dato il”La”.

Lorenza Fragomeni


“Siamo di fronte a esplosioni di gioia e colori. L'artista ha sviluppato negli anni un particolare e personale uso dei colori. Sono vibranti e dirompenti e sono in grado di influenzare in maniera decisa e personale sia l'ambiente che le persone. L'ordine compositivo è naturale e spontaneo e scaturisce da un equilibrio e da un’armonia interiore. Benché spesso siano usate tinte forti come i rossi e i neri non scaturiscono mai sentimenti di rabbia o d’angoscia, ma solo e soltanto gioia di vivere e serenità. E' la scelta del bello, una scelta che ci coinvolge, una scelta di generosità. L'artista diventa una sorta di alchimista. Non esistono più colori caldi o freddi tutto sembra ribaltato tutto stravolto. La figurazione diventa superflua e quando appare è solo un mezzo che ci fa capire la grandezza e la bellezza del mondo. E di tutto questo dobbiamo ringraziare Caterina Spatafora.”

Marcello Cazzaniga


In lei ogni paesaggio,ogni edificio,ogni veduta marina o campestre,e’ una ricerca di elementi compositivi; tutto cio’ e’, comunque, un pretesto per poter esprimere la sua insaziabile bramosia di luce e colore, raggiungendo cosi’, un’astrazione compositiva che e’ espressione artistica del tutto personale

Giuseppe Santeusanio Crociani


Un’arte policromatica che riaccende le speranze della vita in un bagliore di colori che vivono nell’anima di questa pittrice

Pietro Luca Spinelli


“Dai colori vivi ,carichi, epressione di una grande energia che viene,da caterina, materializzata su tela……ma c’e’ di piu ’, molto di piu’ … all’occhio attento e sensibile alle “simbologie sottili” non possono sfuggire i colori, in particolare, usati da Caterina...
il rosso,l’azzurro ed il giallo.
fin dagli studi e ricerche piu’ antiche, risalenti alla mesopotamia di circa 3000 anni fa, agli studi tecnici e scientifici di oggi, e’ accertato che questi 3 colori primari sono , in sequenza, i primi ad apparire e da questi stessi derivano gli altri colori.
ma questi colori “nascondono” simbolgie antichissime ed eterne, che ben sono raffigurate ,ad esempio: nell’opera “fra materia e spiritualita’” , dove viene ben rappresentata l’essenza dell’esssre umano con il rosso( simbolicamente legato al maschile,positivo, attivo) e l’azzurro(simbolicamente legato al femminile, negativo e ricettivo ) che combaciano perfettamente in una sorta di yin e yang, le due meta’ della mela di platone….
oppure il dipinto “giallo 2” dove il blu /azzurro si incontra con il giallo, che altro non e’ il simbolo dell’energia neutra ed ancora l’opera” rosso p.m.”….. per questi motivi possiamo affermare, con assoluta certezza,che le opere di caterina sono “figlie” della sua anima che, attraverso la pittura, si manifestano su tela,esaltando i colori che rappresentano la ricerca dell’unita’ perfetta che l’uomo, incosciamente, da sempre va cercando…..”

Andrea Barani


I COLORI DELL’ANIMA

Maria Teresa Prestigiacomo
I colori del mondo
I colori della musica
I colori della mente
I colori dello sguardo
Racchiusi
Nei colori dell’anima
(C.S.)

“Sapere è potere”:intenderei recuperare questo motto,proprio del registro linguistico legato al mondo dell’economia,intimamente alla gestione di imprese,per innestarlo,invece,in questa mostra di Caterina Spatafora:
sapere che sono tanti i colori dell’anima e poterli esprimere,come fa la pittrice Spatafora,con una delle modalità più antiche del mondo(la rappresentazione iconica) è già un momento creativo straordinario,in cui entrano in gioco i più intimi sentimenti umani…….
Se questo,poi,lo si fa come l’artista,attraverso la ricerca di un’infinita gamma di nuances cromatiche che possano agire in
CORRISPONDENZA DI AMOROSI SENSI SENTIMENTO-CROMIA
Allora….

il sentimento si fa colore ed il colore poesia ed attraverso i suoi ritmi cromatici opportunamente bilanciati sul supporto canonico della tela o della carta,assurge a dignità d’arte.

Ma la domanda che ci si pone è:
L’ANIMA ha dei colori?
L’ANIMA ha persino un peso specifico (come sostiene una teoria scientifica,molto discussa,che ci dice che,alla nostra morte il nostro corpo perde 21g di peso) ed ha anche dei colori (che SPATAFORA esprime con passione); altrimenti,da confutare sarebbero le tesi legate al mondo della psicologia,che assumono a supporto del nostro equilibrio psicofisico,la cromoterapia,indicando,essa,il trattamento cromatico giusto,opportuno e funzionale al recupero del benessere (ad es. l’arancio è il colore dell’energia ed un bagno in tale nuance
cromatica equivale a recuperare la forza dell’azione,così come il celeste ed i colori del mare rappresentano i colori del relax; il rosso eccita la mente,colore della passione ed il giallo rimanda a connotazioni culturali ancorati al territorio…” giallo come gelosia”ad esempio…
Ed allora,ecco spiegato il titolo della “PERSONALE DI CATERINA SPATAFORA”

Ma dell’artista messinese,offrirei qualche accenno biografico:CATERINA SPATAFORA è nata a MESSINA,vive ed opera a ROMA dal 1994. L’artista,autodidatta,ha al suo attivo diverse estemporanee,allestite nella Provincia di Roma; ricordiamo la sua partecipazione ad una mostra collettiva al TEATRO EUCLIDE nell’omonima piazza della capitale.Di recente,per la pittrice dello Stretto,è stata allestita una mostra personale al MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI nella provincia di Messina.
Attratta,in particolare dalla sua pittura informale,riguardo la produzione della pittrice ho scritto…”La pittura è musica e la musica è anche poesia;la pittura racchiude stati d’animo,è poesia e musica insieme,espresse attraverso il linguaggio iconico e per mezzo di un funzionale bilanciamento ritmico-cromatico degli elementi costitutivi di ciascun’opera”.

IN QUESTA TRIDIMENSIONALE VISIONE DELL’ARTE si colloca la produzione di CATERINA SPATAFORA che sembra attingere alle vaste dinamiche delle partiture musicali delle più intime “sinfonie del cuore”.
Essa sembra ispirarsi ai “pentagrammi musicali”dai ritmi dettati dal più sottile sentire,,affondati, con le loro radici,nell’infinita gamma dei colori dell’anima,ricco caleidoscopio di variegati sentimenti che prendono corpo sulle tele(sfaccettature cromatiche del sentire) trasferite,imprigionate e suggellate per mezzo della materia(l’olio e l’acrilico)nello spazio canonico del quadro di forte energia vitale.
Ecco, dunque,dalle mani di artista,autodidatta,di CATERINA SPATAFORA,nascere opere informali,astratte;tele giocate su un ventaglio di possibili nuances cromatiche che,la passione o l’amore,l’affetto,l’amicizia o altri stati d’animo,suggeriscono all’autrice che compone in una gradevole armonia d’insieme.
In altre opere astratte,l’artista tenta di “inquadrare il mondo” attraverso la rappresentazione di figure geometriche che occupano la centralità della tela,evocano diaframmi di macchine fotografiche,assurgendo,la stessa forma geometrica, a dignità d’arte.
Inoltre ,l’artista allarga i suoi confini sul genere figurativo che assume,quali elementi di rappresentazione simbolica, il cavallo,simbolo di libertà,la finestra o il balcone,anch’essi simbolici” tentativi di inquadrare il mondo”per carpirne i più intimi segreti….
IN PARTICOLARE,E’ BELLO CHE STASERA(ed è anche di buon augurio per l’amministrazione comunale)vi sia questa mostra,dal titolo “ICOLORI DELL’ANIMA”
perché… chissà….

Mi piace immaginare, stanotte, quando andremo via, che i colori dello spirito,in tutte le loro caleidoscopiche nuances, possano liberarsi dallo spazio canonico delle tele, per avvolgere di forte passione, di forte senso di solidarietà, d’amicizia, di amore, tutte le cose e, poi, domani, muovere meglio …. l’azione delle persone che abbiamo scelto per bene amministrarci, in questa città, d’antica memoria.


PENSIERI ED EMOZIONI RIFLESSI NEL COLORE - CARLO SAVINI

Sono sempre stato convinto che il compito del critico d'arte non sia tanto quello di giudicare, quanto, piuttosto,di aiutare i visitatori di una mostra a saper leggere le opere di un artista e cercare di interpretarne i sentimenti ispirativi attraverso i segni, le tecniche usate, i cromatismi, le tematiche. Sarà poi il tempo a decretarne l'autentica validità. Ed il critico deve avere, pur nella sua professionalità specifica, l’ umiltà di riconoscere che , al di là delle competenze di settore, anche altre forme culturali possono aiutarlo a compiere il proprio ruolo. Da parte mia, anche quale Presidente della Accademia della Unione Europea dei Critici d'Arte e Lettere, mi
servirò dell'ausilio di un poeta romano, Gaetano Camillo candidato al Premio Nobel per la Letteratura, per parlarvi delle opere di Caterina Spatafora che vi sono oggi presentate in questa Mostra e , in sottinteso, della personalità artistica dell' Autrice.
Dalle riflessioni poetiche,brevissime ma cariche di significato di questo letterato, ognuno di poi potrà trovare la chiave di lettura dei quadri esposti, siano essi di tipo figurativo paesaggistico e di nature morte, siano essi surreali o informati. Scrive, e in questo senso descrive, Gaetano Camillo:

"La verità della tela sta nel cuore del pittore
"Quando una tela colpisce la tua anima,
si libera dalla cornice e , come una farfalla, si posa nel cuore".
"Sopra il concerto dei colori si posa il silenzio incantato degli occhi".
"L'artista riunì a convegno tutti i colori e ad essi parlò
con i pennelli del cuore".
"Là verità della tela sta nel cuore del pittore.
"I fiori si rubano la bellezza fra loro,
ma sopra le tele ognuno rispetta la bellezza dell'altro".
"L'oscurità ruba i cuori del tramonto .
il mare si veste di stelle"...
Quando il verde dei boschi montani
si riflette sulle acque la natura
racconta la sua storia".
"I confini dell'orizzonte aprono la veduta sull'infinito".
"I vortici del colore sono i testimoni
"Quando il cuore prende i pennelli
l'anima offre le tele più belle".

Quale descrizione migliore delle tele oggi a noi proposte?

Da parte mia in aggiunta a quanto scritto a catalogo,osservo che Le opere di questa pittrice sono sempre e comunque un contributo alla espressività artistica del nostro tempo e la testimonianza di un sentire che da personale si fa universale. Ognuno di voi, con la propria sensibilità ed a seconda delle proprie preferenze estetiche, colga da questi quadri, dal loro cromatismo ora morbido, ora intenso, il piacere di immaginazioni e associazioni di idee e sensazioni perchè questo è ciò che conta. Grazie cara Caterina Spatafora del dono di sè stessa a tutti noi con le sue opere.


ULTIME MOSTRE

• 2011 Milano - “Colori e Design” Grand Visconti Palace - Dal 5 al 30 luglio
• 2010 Taormina(Me) "PALAZZO DUCHI DI S.STEFANO" "Museo del fango" dal 30-01 al 13-02-Mostra Itinerante in collaborazione con il Museo della Permanente di Milano
• 2010 ROMA-STUDIO D'ARTE S.AGATA "Nuove Proposte 2010" dal24-01 al 3-02
• 2009 Taormina(Me) "RENDEZ VOUS INTERNAZIONALE"100 PITTORI A TAORMINA" PALAZZO DUCHI DI S.STEFANO-DA24-10 A 1-11
• 2009 Roma "Forme e Colori dell'Arte"15-21 Ottobre-Studio D'Arte S.Agata
• 2009 Taormina (ME) 1° Biennale D'Arte "Centauressa D'oro" da 22-7 a 14-8
• 2009 Roma-Cascina Farsetti,Villa Doria Pamphilj "Natale Di Roma" 19 -4 al 2-5
• 2009 Firenze, Fortezza Dal Basso “Biennale di Firenze” 5-13 Dicembre (Collettiva)
• 2009 Milano, Galleria Modigliani Dal 31 Ottobre al 12 Novembre Mini Personale
• 2009 Milano Fiera dell’Arte Contemporanea di “Milano Novegro” 27-30 Marzo (Collettiva)
• 2009 Roma, Sale del Bramante “PREMIO OPEN ART” 16-17-18 Gennaio (Collettiva)


MOSTRE COLLETTIVE

2004 ROMA TEATRO EUCLIDE
2005 BRUXELLES SALON PERMANENT DE L’ART SOTO "PITTURA E’ DONNA" ALLESTITO DALL’ASSOCIAZIONE BELGA "ARTE E CULTURA SICILIANA"
2005 MESSINA - PROVINCIA-PALAZZO DEI LEONI>PARTECIPAZIONE A VII EDIZIONE “PREMIO PITTURA E POESIA EMOZIONI IN ARMONIA”
2005 MESSINA - TORRE DI PROTONOTARO DI CASTROREALE
2005 ROMA - ULTIME LUCI D’ESTATE GALLERIA ASTROLABIO
2005 PALERMO - GALLERIA CENTRO STUDI SCIENTIFICI CATALANO
2006 ROMA - FEBBRAIO STUDIO D’ARTE SANT’AGATA
2006 ROMA - MARZO STUDIO D’ARTE SANT’AGATA
2006 ROMA- APRILE STUDIO D’ARTE SANT’AGATA
2006 ROMA - GIUGNO VILLA ASAD (EX VILLA SORAYA)
2006 ROMA LUGLIO- 6 -8 - PALAZZO BARBERINI - SALA DELLA LUPA - PREMIO ASTROLABIO ARTE VII EDIZIONE - PRIMO PREMIO ASTROLABIO
2006 ROMA - 30-SETTEMBRE-1 OTTOBRE ARTE NUOVA...NELLA ROMA VECCHIA “CASALE VECCHIA ROMA”
2007 ROMA - ASS. QUO VADIS ART 3-4 MARZO – INAUGURAZIONE
2007 ROMA - ASS. QUO VADIS ART "CASALE VECCHIA ROMA" PARCO DELL’APPIA ANTICA - 26 MAGGIO-3 GIUGNO
2007 TAORMINA RENDEZ VOUS INTERNAZIONALE - 100 PITTORI A TAORMINA
GIARDINO DI PALAZZO DUCHI DI S. STEFANO 6-14 OTTOBRE
2007 ROMA - STUDIO D’ARTE SANT'AGATA 12-15 OTTOBRE
2007 ROMA - STUDIO D’ARTE SANT'AGATA – MOSTRA DI NATALE 1-9-DICEMBRE
2008 ROMA - SALE DEL BRAMANTE PREMIO OPEN ART 11-12-13 GENNAIO
2008 ROMA - STUDIO D’ARTE SANT’AGATA- CORIANDOLI DI COLORI 12-22-GENNAIO
2008 BARCELLONA(SPAGNA)- GALLERIA GLOBAL ART 21-2 A 11-3
2008 BARCELLONA(SPAGNA)- GALLERIA GLOBAL ART 3-21 APRILE
2008 ROMA - 2° PREMIO INTERNAZIONALE DI PITTURA E GRAFICA "NATALE DI ROMA" CASCINA FARSETTI-VILLA DORIA PANPHILJ 12-24 APRILE
2008 ROMA - PrimaverArt STUDIO D’ARTE SANT’AGATA 17-30 APRILE
2008 S. ALESSIO SICULO(ME)-MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI-RASSEGNA”ARTE D’AMARE” 9-17 AGOSTO –CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI S. ALESSIO SICULO
2008 SANTA SEVERA(RM)” RASSEGNA PREMIO ASTARTE 2008” CASTELLO DI SANTA SEVERA
2008 TAORMINA -GIARDINO DEGLI ARTISTI- PALAZZO CORVAJA - MOSTRA PERMANENTE
2008-MILANO-SPAZIO UNO-“LA VOCE DELL’ANIMA” 20 – 26 SETTEMBRE
2008 ROMA-GALLERIA S.AGATA “FUTURISMO E ARTE CONTEMPORANEA”-DAL 22-11 AL3-12
2008 ROMA-MUSEO DEGLI STRUMENTI MUSICALI ”ARTE” 19-31 DICEMBRE
2009 ROMA-SALE DEL BRAMANTE “PREMIO OPEN ART” 16-17-18 GENNAIO
2009 MILANO –FIERA DELL’ARTE CONTEMPORANEA DI “MILANO NOVEGRO”
27-30 MARZO
2009-ROMA-“NATALE DI ROMA-CASCINA FARSETTI” VILLA DORIA PAMPHILJ
DAL19-4 AL 2-5
2009-TAORMINA(ME)-1° BIENNALE D’ARTE”CENTAURESSA D’ORO” GIARDINO DEGLI ARTISTI DI PALAZZO CORVAJA-DAL 22-7 AL 14-8

2009-ROMA-STUDIO D’ARTE S.AGATA”FORME E COLORI NELL’ARTE” 15-21 OTTOBRE
2009-TAORMINA (ME)-PALAZZO DUCHI DI S.STEFANO-RENDEZ VOUS INTERNAZIONALE”100 PITTORI A TAORMINA” DAL 29-11 AL 6-12
2009 FIRENZE-“ BIENNALE DI FIRENZE” FORTEZZA DAL BASSO -5.13 DICEMBRE
2010-ROMA.STUDIO D’ARTE S.AGATA “NUOVE PROPOSTE 2010” DAL 24-1 AL 3-2
2010-TAORMINA-MUSEO DEL FANGO-“FONDAZIONE MAZZULLO”PALAZZO DUCHI DI SANTO STEFANO-30 GENNAIO-13 FEBBRAIO-MOSTRA ITINERANTE-INCOLLABORAZIONE CON IL MUSEO DELLA PERMANENTE DI MILANO
2010-ROMA “PER FAGNANO ALTO” ASTA DI BENEFICENZA”CASA D’ASTE BABBUINO” DAL 26-2 AL 4-3
2011- MILANO “LA PRIMAVERA” COMUNE DI MILANO ZONA 7, 2-8 MAGGIO
2011- MILANO THE BOX “SAPORI E COLORI” IN CONTEMPORANEA “HOTEL BRUNELLESCHI “ 7-31 MAGGIO
2011- MILANO “COLORI E DESIGN”GRAND VISCONTI PALACE, 5-30 LUGLIO
2012 - MILANO “CULTURA SOSTENIBILE” GRAND VISCONTI PALACE,12-28 GENNAIO
2012-2013 ROMA “SPIRITUALITA’”GALLERIA LA PIGNA PALAZZO PONTIFICIO “MAFFEI MARESCOTTI”,22 DICEMBRE AL 10 GENNAIO


MOSTRE PERSONALI

2004- MESSINA - S. ALESSIO SICULO - MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI
2004- MESSINA - COMUNE-PALAZZO ZANCA "I COLORI DELL’ANIMA"11-21 DICEMBRE
2005- MESSINA - S. ALESSIO SICULO - MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI
2005- TAORMINA - GIARDINO DEGLI ARTISTI - PALAZZO CORVAJA ,19-25 AGOSTO
2006- ROMA - MAGGIO - STUDIO D’ARTE SANT'AGATA "PENSIERI ED EMOZIONI RIFLESSI NEL COLORE"
2006- MESSINA - S. ALESSIO SICULO - MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI - DAL 28-07 AL 4-08
2006- TAORMINA - GIARDINO DEGLI ARTISTI - PALAZZO CORVAJA - DAL 19 AL 25-08
2007- MESSINA S. ALESSIO SICULO - MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI DAL 20 AL 26 LUGLIO
2008 -TAORMINA” COLORE,ARTE E SENTIMENTO” SALA ESPOSIZIONI SAN GIUSEPPE, ADIACENTE L’OMONIMA CHIESA DAL 7 AL 13 GIUGNO
2009-MILANO-MINI PERSONALE GALLERIA MODIGLIANI-31-OTTOBRE-12 NOVEMBRE CONTEMPORANEA ALL’HOTEL BRUNELLESCHI
2011- MILANO SPAZIO MILANI “EMOZIONI DAI COLORI” 5-26 FEBBRAIO,IN CONTEMPORANEA ALL’HOTEL BRUNELLESCHI
2012 - MILANO “StANDREW RESTAURANT” ARTE PER CULTURA SOSTENIBILE
12-28 GENNAIO


OPERE IN COLLEZIONI PUBBLICHE

S. ALESSIO SICULO(ME)- MUSEO ARCHEOLOGICO DI VILLA GENOVESI
OPERE IN COLLEZIONI PRIVATE


BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE

2004 DICEMBRE - MESSINA M.T. PRESTIGIACOMO "L’ALTRO GIORNALE"
2004 DICEMBRE - MESSINA LA GAZZETTA DEL SUD
2005 FEBBRAIO - MESSINA M.T. PRESTIGIACOMO "L’ALTRO GIORNALE"
2005 FEBBRAIO - MESSINA LA GAZZETTA JONICA
2007 OTTOBRE - LA SICILIA
2007 OTTOBRE - LA SICILIA
2007 OTTOBRE - la VOCE DI ROMA E PROVINCIA
2007 DICEMBRE - ROMAREPORTER
2007 DICEMBRE LA VOCE DI ROMA E PROVINCIA
2008 GENNAIO - ROMAREPORTER
2008 APRILE ROMAREPORTER
2009-LA VOCE DI ROMA
2009-ROMA REPORTER
2009-CATALOGO DICEMBRE-BIENNALE DI FIRENZE
2010-ROMAREPORTER
2010-ARTE MONDADORI
2010-LA NUOVA VOCE DI ROMA
2011-CATALOGO DELL’ARTE CONTEMPORANEA MONDADORI n°46
2011-CORRIERE INFORMAZIONE
2012-CATALOGO DELL’ARTE CONTEMPORANEA MONDADORI n°47


Ulteriori riferimenti Internet:

http://www.saatchi-gallery.co.uk/yourgallery/artist_profile/Caterina+Caterina/91595.html
caterinaspatafora.webartgallery.it

E-mail: caterinaspatafora@yahoo.it
   
   
 

E-Mail c.spatafora@alice.it

Tel - 338 1295486

www.caterinaspatafora.com

WebArtGallery

Caterina Spatafora

Roma


Copyright © 2003 - 2004 RomArt.it,  All rights reserved - email: info@romart.it

Web design: Tito Livio Mancusi & Egidio La Rosa