Artisti

CentoPittori Genere Eventi Mostre Movimenti Recensioni

 


 

MONET
Dal 19 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018 Roma

Complesso del Vittoriano - Ala Brasini


 

 

A Roma la mostra dedicata al grande maestro dell’Impressionismo

Un’occasione unica per ammirare i dipinti più cari a Monet: oltre 60 opere, tra cui le splendide ninfee, custodite nella casa di Giverny fino alla sua morte e oggi conservate presso il Musée Marmottan Monet di Parigi.

L’esposizione, curata da Marianne Mathieu, presenta circa sessanta opere del padre dell’Impressionismo, provenienti dal Musée Marmottan Monet – che nel 2016 ha festeggiato gli 80 anni di vita – testimonianza del suo percorso artistico, ma soprattutto dell’artista medesimo, dacché si tratta di opere che Monet conservava nella sua ultima dimora di Giverny e che il figlio Michel donò al museo.

Dai primissimi lavori, le celebri caricature della fine degli anni 50 dell’800, attraverso i paesaggi rurali e urbani di Londra, Parigi, Vétheuil, Pourville, ai ritratti dei figli, alle tele dedicate agli amatissimi fiori del suo giardino (rose, glicini, agapanti) fino alla inquietante modernità dei salici piangenti, del viale delle rose o del ponticello giapponese, per arrivare alle monumentali Ninfee e Glicini, la mostra renderà conto delle molteplici sfaccettature del suo lavoro, restituendo la ricchezza artistica di Monet...

 

 

Claude Monet (1840-1926),

tra tutti i pittori dell’impressionismo, può essere considerato il più impressionista di tutti.

La sua personale ricerca pittorica non uscirà mai dai confini di questo stile, benché egli sopravviva molto più a lungo dell’impressionismo.

La sua formazione avvenne in maniera composita, trovando insegnamento ed ispirazione in numerosi artisti del tempo. A diciotto anni iniziò a dipingere, sotto la direzione di Boudin, che lo indirizzò al paesaggio en plain air. Recatosi a Parigi, ebbe modo di conoscere Pissarro, Sisley, Renoir, Bazille. In questo periodo agisce su di lui soprattutto l’influenza di Courbet e della Scuola di Barbizon. Nel 1863 si entusiasmò per «La Colazione sull’erba» di Manet e cercò di apprenderne il segreto. Nel 1870 conobbe la pittura di Constable e Turner. In questo periodo si definisce sempre più il suo stile impressionistico, fatto di tocchi di colore a rappresentare autonomi effetti di luce senza preoccupazione per le forme. Nel 1872 dipinse il quadro che poi diede il nome al gruppo: «Impression. Soleil levant». Questo quadro fu esposto nella prima mostra tenuta dagli impressionisti nel 1874. In questo periodo lo stile di Monet raggiunge una maturazione che si conserva inalterata per tutta la sua attività posteriore. Partecipa a tutte le otto mostre di pittura impressionista, tenute fino al 1886.

I suoi soggetti sono sempre ripetuti infinite volte per esplorarne tutte le varianti coloristiche e luministiche. Tra le sue serie più famose vi è quella che raffigura la cattedrale di Rouen. La facciata di questa cattedrale viene replicata in ore e condizioni di luminosità diverse. Ogni quadro risulta così diverso dall’altro, anche se ne rimane riconoscibile la forma di base pur come traccia evanescente e vaporizzata. Dal 1909 al 1926, anno della sua morte, esegue una serie di quadri aventi a soggetto «Le ninfee». In questi fiori acquatici sono sintetizzati i suoi interessi di pittore, che rimane impressionista anche quando le avanguardie storiche hanno già totalmente demolito la precedente pittura ottocentesca.

Fonte: www.romaguide.it 


INFORMAZIONI


ORARI INGRESSO

Dal Lunedì al Giovedì, dalle 9.30 alle 19.30 (ultima fascia 18,00 -18,30)

Venerdì e Sabato dalle 9.30 alle 22.00 (ultima fascia 20,30-21,00)

Domenica dalle 9.30 alle 20.30 (ultima fascia 19,00 -19,30)

Aperture straordinarie

Mercoledì 1 novembre 9.30 – 20.30 (ultima fascia 19,00-19,30) Venerdì 8 dicembre 9.30 – 22.00 (ultima fascia 20,30 -21,00)

Domenica 24 dicembre 9.30 - 15.30 (ultima fascia 14,00 -14,30)

Lunedì 25 dicembre 15.30 - 20.30 (ultima fascia 19,00 -19,30)

Martedì 26 dicembre 9.30 - 20.30 (ultima fascia 19,00 -19,30)

Domenica 31 dicembre 9.30 - 15.30 (ultima fascia 14,00 -14,30)

Lunedì 1 gennaio 15.30 - 20.30 (ultima fascia 19,00-19,30)

Sabato 6 gennaio 9.30 - 22.00 (ultima fascia 20,30 -21,00)

 

BIGLIETTI

Intero € 17.00 (audioguida e spese di agenzia incluse) Altri titoli acquistabili solo direttamente in biglietteria:

Ridotto € 14.50 (audioguida e spese di agenzia incluse) 65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento); militari di leva e appartenenti alle forze dell’ordine; diversamente abili; giornalisti con regolare tessera dell’Ordine Nazionale (professionisti, praticanti, pubblicisti)

Ridotto Speciale € 13.50 (audioguida e spese di agenzia incluse) Guide con tesserino se non accompagnano un gruppo

Ridotto Gruppi € 11.50 (spese di agenzia incluse) prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax microfonaggio obbligatorio

Ridotto bambini € 8.50 (audioguida e spese di agenzia incluse) bambini da 4 a 11 anni non compiuti Universitari € 8.50 (audioguida e spese di agenzia incluse) ogni martedì escluso i festivi, per tutti gli studenti universitari senza limiti di età

Ridotto scuole € 6.50 (spese di agenzia incluse) prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax microfonaggio obbligatorio per le scuole secondarie di 1° e 2° grado

Ridotto Scuola del’infanzia € 4.50 (spese di agenzia incluse) prenotazione obbligatoria, min 15 max 25 pax

 

Designed by Tito Livio Mancusi© 2003- 2004 Romart.it,  All rights reserved.